Teatro Nuovo di Varese – Stagione 2007/2008

25 Agosto 2007 1:47

Dal 28 settembre al 14 ottobre 2007
GIANLUCA GUIDI in
“…e sottolineo se!
La resistibile ascesa di Gianluca G.”
commedia musicale
regia di Gianluca Guidi
La resistibile ascesa di Gianluca G , è un “One Man Show”  che vuole ripercorrere alcune tappe della carriera e della vita di Guidi inerpicandosi attraverso il ruolo del performer di razza che esplora per dovere le più disparate forme di linguaggio da Shakespeare a Neil Simon passando per Bacharach, Berkoff, Svevo, Sinatra e il musical di Broadway. Guidi, arrivato a 40 anni, cerca di tirare le somme di una vita spesa in palcoscenico sin da quando era bambino guardando i suoi genitori e dopo da protagonista che cerca di fare il proprio lavoro seriamente senza prendersi troppo sul serio. In una vita del genere ci sono divertimenti, musica, paura, solitudine, allegria, nevrosi e decisioni da cui dipende il proprio futuro………….importante sì, ma tutto…RESISTIBILE!

Dal 16 ottobre al 25 novembre  2007

MOMIX in
“Sun Flower Moon”
uno spettacolo di Moses Pendleton
Sun Flower Moon, ideato da Moses Pendleton  in occasione del 25° anniversario del suo gruppo di danza MOMIX. In Sun Flower Moon, Pendleton si serve della tecnica del “teatro nero”, con immagini in movimento repentino e rotazioni ipnotiche, come in un caleidoscopio. I danzatori sono invisibili, quasi immateriali, la loro identità resta celata sotto l’efficacia delle immagini. Complice l’illusione ottica della luminotecnica e delle immagini video. E’ un invito alla fuga dal mondo reale e un tuffo nella magia del mistero.

Dal 27 novembre al 16 dicembre 2007
GIANNI FIORELLINO e ARIANNA in
“Masaniello, il musical”
di Tato Russo e Patrizio Marrone
regia di Tato Russo
Vera opera musicale moderna di Tato Russo, dedicata al rivoluzionario  Masaniello, mito ed emblematico portavoce del popolo durante la dominazione spagnola. Un musical, dove il non detto si schiarisce e completa nelle pertinenti emotività musicali, e dove musica e teatralità si intrecciano in fantasiosi disegni ad affrescare più che il senso della storia, il senso delle emozioni che la sviluppano e dell’epos popolaresco che le racchiude.

Dal 28 dicembre al 17 febbraio 2007
CHRISTIAN DE SICA in
“Parlami di me”
di Maurizio Costanzo e Enrico Vaime
con Paolo Conticini e Laura Di Mauro
regia di Marco Mattolini
Un musical vero e proprio che, grazie al talento poliedrico del suo protagonista e degli altri interpreti, finisce per  mettere tanti generi a confronto: il musical, la commedia musicale, il music hall, la canzone, la prosa, la danza, l’affabulazione e persino l’improvvisazione e il cabaret… Christian racconta la sua vita, gli inizi, i grandi maestri a cui si è riferito, parla anche della responsabilità di portare cotanto nome, del suo amore per la musica, rende omaggio ai grandi miti della scena canora americana e si cimenta alla sua maniera con grandi classici del teatro come Goldoni e Shakespeare; e in parallelo racconta la storia della improbabile compagnia che lo affianca, rappresentando tutti i vezzi, i vizi, le ambizioni, la tenacia e la passione dei teatranti.

Dal 19 febbraio al 30 marzo 2008

I RAGAZZI DI AMICI in
“A un Passo dal sogno”
commedia musicale
con 20 artisti della ultime edizioni di “Amici” di Maria De Filippi
di Maurizio Costanzo e Enrico Vaime
regia di Marco Mattolini
Questa è una storia d’amore e di entusiasmo, batoste e soddisfazioni, amicizia e tradimenti, complicità e paura, fatica, pazzie e slanci. La stessa sostanza di cui sono fatti i vent’anni. “A un passo dal sogno” è tratto dall’omonimo romanzo ispirato al reality show. La materia prima del racconto è tratta direttamente dalle avventure e dalle emozioni vissute negli anni dai ragazzi del programma di Maria De Filippi. Un inno pop dedicato a tutti coloro che hanno un sogno da inseguire, una passione vera, qualcosa per cui valga la pena mettercela tutta.

Dal 1° al 20 aprile 2008
MARCO COLUMBRO e GIANLUCA GUIDI in
“La Cena dei Cretini”
commedia di F. Veber
regia di Gianluca Guidi
Ogni settimana alcuni ricchi professionisti ed imprenditori si ritrovano a cena ed ognuno di loro porta come invitato il migliore o peggiore cretino che è riuscito a trovare.
Pietre Brochant è disperato perché non ha il cretino ma alla fine trova Pignon, il migliore sulla piazza. Peccato che invece di farlo ridere, il suo cretino riuscirà a rovinargli la vita. Soldi, amore e salute si dissiperanno in poche ore lasciandosi dietro una scia di macerie da far sbellicare dal ridere lo spettatore. Buffa è l’ilarità del migliore amico diventato peggior nemico , Just Leblanc, quando realizza in quale baratro è capitato l’amico ritrovato.

Dal 22 aprile all’11 maggio 2008
MAURIZIO CASAGRANDE in
“Io Speriamo che me la cavo”
commedia musicale
con 10 attori e 5 bambini in scena
musiche di Ciro Villano
tratto dal best seller di Marcello D’Orta
regia e coreografie di Domenico M. Corrado
E’ un  omaggio alla poesia dell’infanzia, a quella età che ha l’odore dei banchi di legno, dell’inchiostro  e del gesso… E’ un omaggio alla gente onesta che vive di ideali e di stipendi modesti e che, per arrivare alla fine del mese, non cerca compromessi con facili guadagni, è un omaggio a quelle madri che sperano per i propri figli un futuro radioso, anche se devono andare a cercarselo lontano… Un omaggio agli eroi di tutti i giorni.

dal 13 maggio al 20 maggio 2008

BIAGIO IZZO in
“Un napoletano a New York”
regia di Claudio Insegno
– Spettacolo fuori abbonamento-
Ognuno di noi almeno una volta nella vita ha sognato di ricevere una cospicua eredità dal famoso “zio d’America”. Quando ciò accade dovrebbe essere un grandioso colpo di fortuna, ma non sempre è così, o almeno non lo è nel caso in cui si parli di Biagio Montemarano: il destino ha in serbo per lui grandi sorprese…

Dal 20 maggio all’8 giugno 2008
CHIARA NOSCHESE e CHRISTIAN GINEPRO in
“Il Giorno della Tartaruga”
commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Franciosa e Magni
musiche di Rascel
regia Saverio Marconi
Nata negli anni ‘60, “Il giorno della tartaruga” fu la prima commedia musicale a diffondere alle masse teatrali un nuovo credo: il Ricordo. E’ nella memoria che riappaiono pezzi di vita, ricordi di persone, sensazioni, discorsi… Oggi il copione riappare incantevolmente storicizzato, si rivela un testimone assai credibile degli usi e costumi, anche culturali, di quel periodo che, col senno di poi, appare bellissimo. Una miriade di situazioni divertenti, un marito e una moglie molto qualunque che  desiderano condurre una sana vita media e mediocre seguendo dei principi piccolo borghesi,  per uno spettacolo leggero e spensierato.

No Responses to “Teatro Nuovo di Varese – Stagione 2007/2008”

Care to comment?