Archive for the 'Spettacoli' category

Monaci Shaolin

6 Novembre 2007 9:20

Venerdì 9 novembre al Teatro Manzoni, alle ore 21.00, andrà in scena lo spettacolo I monaci del Shaolin, il Kung Fu dei monaci-guerrieri, organizzato dall’agenzia Harold & Maude con il patrocinio del Comune di Monza e il sostegno dell’Assessorato al Turismo e Spettacolo.

Il costo dei biglietti è:
– 30 Euro (più 3 Euro di diritti di prevendita) per il primo settore
– 25 Euro (più 2.50 Euro di prevendita) per i posti nel secondo settore.

I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria del Teatro Manzoni, in via Manzoni 23, da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 19.00, ed è possibile prenotarli on-line sul sito www.teatromanzonimonza.it

Info: Ufficio Turismo e Spettacolo, piazza Trento e Trieste
039 2372279 -222 – turismo@comune.monza.mi.it

Mio padre voleva chiamarmi Libero

29 Ottobre 2007 10:13
Da giovedi 8 novembre a domenica 18  novembre 2007
Palazzina SIVA di Settimo Torinese

Il Comune di Settimo Torinese e Assemblea Teatro presentano

Mio padre voleva chiamarmi Libero

dedicato a  La chiave a stella di Primo Levi
un progetto di
Gianni Bissaca e Roberto Tarasco
con Gianni Bissaca e Fabrizio Pagella
regia Paola Zecca
una produzione Assemlea Teatro

«Questa è un po’ la mia opera prima: quando ho scritto gli altri libri, avevo un’altra professione, facevo il chimico. Ma da un anno e mezzo scrivo soltanto. La chiave a stella è il mio primo lavoro professionale».

La Chiave a Stella è quello che Primo Levi definisce «il primo romanzo professionale della sua vita». Poco importava se era il 1978 e se prima venivano anni di letteratura, centinaia di pagine scritte e ben 9 libri. Prima, Primo Levi era stato un chimico che ogni giorno si recava alla fabbrica SIVA e amava ricordare che «mai sottrasse un’ora al proprio lavoro per lo scrivere».
Solo in pensione, l’inchiostro viene usato per celebrare il grande amore della vita:
il lavoro.
Lo stesso Levi scriveva «… Se si escludono istanti prodigiosi […] che il destino ci può donare, amare il proprio lavoro costituisce la migliore approssimazione concreta alla felicità sulla terra».

Per quaesto proprio tra le mura della SIVA si concentra la nuova produzione di Assemblea Teatro, un lavoro voluto e realizzato da Gianni Bissaca e dal Comune di Settimo Torinese, in collaborazione con il Museo Diffuso della Resistenza, uno spettacolo che celebra l’uomo, il chimico, il grande scrittore.

A scandire il tempo teatrale è il montatore Faussone, armato sempre della sua inseparabile chiave a stella, come una spada sempre ben legata alla cinta. Racconta di viaggi e straordinarie imprese lavorative al nuovo amico Levi durante una trasferta in Russia.
Sul palco parole tratte dai libri insieme a parole frutto di ricordi e di un intenso lavoro di recupero realizzato nella stessa fabbrica settimese. Solamente così si può tracciare il disegno di un uomo schivo, dalle radici forti e salde, come le sue idee.

Attraverso il mite Faussone si delinea un modo d’intendere la vita: il lavoro, se fatto bene e con amore, rende liberi, è attraverso il lavoro che infatti ci si può effettivamente realizzare. Libertino Faussone, che il padre in tempo di fascismo voleva chiamare Libero! – Ma nel ventennio non si poteva!
Così lui fin dal nome racconta chi è: padrone del proprio mestiere, libero di scegliere. Le avventure che narra all’amico Levi sono picaresche e straordinarie, sono momenti di vita vissuti intensamente, rispondendo all’assunto leviano per cui «tra i momenti più belli della propria vita ve ne sono sempre alcuni legati alla realizzazione sul lavoro».
Una considerazione, quella di Levi, controcorrente, giacchè fatta in anni in cui la società italiana si scagliava contro il lavoro, demonizzandolo, rendendolo un obbligo da assolvere malvolentieri. Levi, sicuro, mantiene dritta la barra e racconta un ideale di vita, una regola.

PRESSO LA PALAZZINA SIVA DI SETTIMO TORINESE
VIA LEINI’ XXX

giovedi 8 novembre ore 21
venerdi 9  novembre ore 21
sabato 10 novembre ore 21
domenica 11 novembre ore 16,30
giovedi 15 novembre ore 21
venerdi 16 novembre ore 21
sabato 17 novembre ore 21
domenica 18 novembre ore 16,30

INGRESSO 3,00 EURO

Info presso Assemblea Teatro 011 3042808 orari ufficio
e sul sito www.assembleateatro.com

Falstaff – Teatro Regio

2 Ottobre 2007 3:09

Falstaff

Cianandrea Noseda dirige l’ultimo capolavoro di Verdi; Raimondi, Frittoli, De Carolis e Meli protagonisti dello spettacolo firmato da Pier Luigi Pizzi.

Teatro Regio, Domenica 7 Ottobre 2007 ore 19

Una fase di vigorosa espansione con il nuovo Direttore musicale Gianandrea Noseda, l’aumento delle recite complessive e un ulteriore innalzamento della cifra – già record – di abbonati, sono le positive premesse della Stagione che si apre Domenica 7 Ottobre alle ore 19 con Falstaff, l’ultima opera di Giuseppe Verdi, nel bellissimo allestimento che porta la firma di Pier Luigi Pizzi. A dirigerlo è, ovviamente, il maestro Gianandrea Noseda. In scena un cast straordinario con Ruggero Raimondi nel ruolo del titolo, Barbara Frittoli, Natale De Carolis e Francesco Meli. Il Coro è diretto come di consueto da Claudio Marino Moretti.

Per il quarto anno consecutivo il Gruppo Fondiaria Sai è partner dell’inaugurazione della Stagione, consolidando e rafforzando la sua presenza accanto al Teatro Regio,  di cui è Socio Fondatore, e rendendo sempre più esplicito l’esemplare impegno del Gruppo in favore della cultura, della musica e della Città, alla quale è unito da un forte legame storico.

Tratto dalla commedia Le allegre comari di Windsor e dal dramma Enrico IV di William Shakespeare, il libretto di Falstaff versificato da Arrigo Boito costituisce un gioiello letterario e drammaturgico di tale perfezione che l’ottuagenario Verdi, per la prima volta nella sua lunghissima carriera, ne rimase soddisfatto senza riserve. Tre anni all’incirca il tempo impiegato per comporre, in tutta tranquillità e senza alcun termine di consegna, la sua ultima fatica, andata in scena a Milano nel 1893 e da allora mai più esclusa dal repertorio operistico internazionale.

Il corpulento e non più giovane Sir John Falstaff progetta di conquistare le due belle (e ricche) dame Alice Ford e Meg Page. Invia alle due amiche due lettere, perfettamente identiche, provocando in loro un forte desiderio di ripicca: insieme a Mrs. Quickly e a Nannetta, figlia di Alice, le donne progettano una burla a danno di Falstaff. Sbugiardato dai suoi stessi servi (Pistola e Bardolfo), questi viene preso di mira anche dall’ingelosito marito di Alice, Ford, e dal pedante Cajus, che spera di sposare la figlia dei Ford, in verità innamorata di Fenton. Alice e il marito, in modi e tempi diversi, tendono dunque un tranello al vecchio crapulone, che finirà nascosto dentro una cesta del bucato e poi gettato nel Tamigi. Donne e uomini si coalizzano infine per l’ultima delle beffe: un falso appuntamento con Alice e Meg organizzato nel parco a mezzanotte si trasforma in una mascherata con tutti i complici travestiti da creature fantastiche che intimoriscono il vecchio affinché si penta di tutti i suoi peccati. Approfittando del travestimento Nannetta si fa sostituire da Bardolfo, eludendo così il forzato matrimonio con Cajus che il padre tentava, nella mischia, di concludere; Ford si rassegna, concede le nozze con Fenton e invita tutti a cena. L’opera finisce in festa con la celebre morale di Falstaff: «Tutto nel mondo è burla».

L’impianto scenico quasi fiammingo per la finezza dei dettagli e gli eleganti costumi vittoriani, insieme alla sapiente capacità di far sbalzare i caratteri dei personaggi, rendono questo Falstaff uno dei migliori allestimenti di Pier Luigi Pizzi, senza dubbio uno dei massimi e più prolifici registi lirici del nostro tempo, che firma per l’occasione regia, scene e costumi. La concertazione di Gianandrea Noseda, alla sua prima produzione nelle vesti di Direttore musicale del Teatro, insieme al grande carisma di Ruggero Raimondi (Falstaff) e alle splendide voci – davvero fra le migliori del melodramma italiano – di Barbara Frittoli (Alice), Natale De Carolis (Ford), e Francesco Meli (Fenton) promettono un’esecuzione eccellente. Il cast si completa con l’esordio al Regio di Laura Giordano (Nannetta) e con le felici conferme di Elisabetta Fiorillo (Quickly), Manuela Custer (Meg), Luca Casalin (Cajus), Stefano Consolini (Bardolfo) e Federico Sacchi (Pistola). Nei ruoli dei protagonisti si alterneranno, nel corso delle undici recite dal 7 al 24 ottobre, l’ottimo Alfonso Antoniozzi nel ruolo del titolo, Marco Di Felice e Marcella Orsatti Talamanca.

Per informazioni e vendita biglietti: Biglietteria del Teatro Regio, Piazza Castello 215 – Tel. 011.8815.241/242 – e-mail.

Weekend “A VEGLIA!” – Manciano

21 Settembre 2007 9:53


VENERDI’ 21 settembre ore 21,30 
ALTER EGO uno spettacolo di ROSANNA SFERRAZZA
Spettacolo comico musicale per attrice e pianoforte  A VEGLIA AL PODERE DI BEATRIC=
E PIERSANTI E GIULIANO ADORNO. Marsiliana (per chi non sa la strada ore 21 al bar amica  alla Marsiliana)

SABATO 22 settembre ore 21:
AMANTI E D’ANARCHISTI
Canti popolari italiani, canti anarchici e altri canti per 2 voci
Con  Germana Mastropasqua  e Xavier Rebut  A VEGLIA A CASA DI MIETTA E ALDO CAVOLI
Vicolo costa della società 5 Manciano       PORTARSI LE SEDIE !

DOMENICA  23 settembre  dalle 18 a notte
FESTA DI FINE FESTIVAL A CASA MIA! – Via  Marsala 102  Manciano
Ore 18.00  TOKYO BLUES con Ayumi, Storia di una geisha e cerimonia giapponese del tè.     
Ore 19.30 IL FIORE DELLA MIA GIOVENTU’, Performance per  Pier Paolo Pasolini di e con Federico Fioresi, Chitarra:Andrea Arrighi
Ore  20.30 CENA TRA AMICI DOVE OGNUNO PORTA QUALCOSA DA MANGIARE E DA BERE!
Ore 21.30. INSALATA DI RISO E CANZONI RACCONTATE, Andrea Arrighi presenta il suo disco e canta canzoni d’autore.

DIREZIONE ARTISTICA: Elena  Guerrini                  
ORGANIZZAZIONE:  CREATURECREATIVE associazione interculturale 

————————————————————-

Associazione Culturale dry_art
via f.lli rosselli, 16
40121 Bologna.it
www.dry-art.net
www.dry-art.splinder.com
+39.333.22.06.226

Attorno alla Fortezza Estate 2007

4 Agosto 2007 1:33

ATTORNO ALLA FORTEZZA – SOTTO QUESTO CIELO

Calendario estate 2007

Giovedì 9 agosto – ore 21.30
Prali – Miniera Paola
Assemblea Teatro
Il vino fa sangue mentre l’acqua fa tremar le gambe
testo di Laura Pariani
con Manuela Massarenti
canti eseguiti dal vivo Valeria Benigni e Paola Lombardo
regia di Renzo Sicco
Una luogo per ascoltare una storia e alcune canzoni che sanno d’altri tempi, degustando un riso piemontese affogato nel vino rosso, perché il vino fa sangue mentre l’acqua fa tremar le gambe!
Dalla penna di Laura Pariani un intenso ritratto di un’Italia che non c’è più, l’Italia delle mondine e di chi doveva emigrare alla ricerca di una nuova vita.
in collaborazione con la rassegna Incroci della Provincia di Torino
Ingresso con risotto € 5,00

Venerdì 10 agosto – ore 21.15
Sabato 11 agosto – ore 21.15

Fenestrelle – Forte San Carlo
Mellano Compadres
Noche Flamenca
con Giancarlo Mellano (chitarra e composizioni), Michele Pucci (chitarra), Valerio Galla (percussioni), Manuela Carretta (ballerina), Reina La Blanca (ballerina)
Origini antichissime come l’Andalusia, terra di incontri tra diverse culture: fenici, cartaginesi, arabi, ebrei, gitani… ma in quella terra di sole e di ulivi il flamenco risuona nelle piccole piazze rinfrescando lo spirito dei viandanti… Una nota di chitarra, una voce, gli stessi tacchi delle scarpe che parlano ed è subito festa.
In collaborazione con Rotte Mediterranee della Regione Piemonte
Ingresso 5 euro

Domenica 12 agosto – ore 21.15
Lunedì 13 agosto – ore 21.15
Martedì 14 agosto – ore 21.15

Fenestrelle – Forte San Carlo
Assemblea Teatro
Il Piccolo Principe
dall’opera di Antoine de Saint-Exupery (Editions Gallimard – Paris)
con Gisella Bein e Licio Esposito
musiche originali di Matteo Curallo
regia di Renzo Sicco
Un pilota di aereo interrompe per un’avaria la sua veloce traversata e trova, in mezzo al deserto, un principino extraterrestre. E’ la nascita di un’amicizia, con al centro l’espressione della curiosità, la bellezza del costruire un legame, un affetto. Il loro rapporto, costellato da incontri con diversi esseri viventi, è una lezione fantastica dove si impara ad ascoltare, ad osservare, a prendersi cura dell’altro, ad essere responsabili del mondo attorno a sé.
Ingresso € 5,00


Sabato 8 settembre – ore 21.15

Fenestrelle – Forte San Carlo
Vladimir Luxuria
Si sdrai per favore
di e con Vladimir Luxuria
regia di Roberto Piana
con la partecipazione di Fuxia
Cosa succede quando una provocante drag queen decide di calmare la tempesta ormonale che è in lei rivolgendosi ad un affermato psicanalista? A darci la risposta è Vladimir Luxuria che attraverso una carrellata di personaggi che toccano con intelligenza e sarcasmo le varie tipologie psico-sessuali in circolazione ricostruisce una serie di esilaranti sedute psicanalitiche inframmezzate da intervalli musicali eseguiti dal vivo. Uno spettacolo ammiccante e mai volgare, una prova d’artista a tutto tondo di una Luxuria extraparlamentare.
In collaborazione con Rotte Mediterranee della Regione Piemonte
Ingresso 5 euro

Mercoledì 26 settembre – ore 20.00
Ristorante Hosteria Setteponti – Borgata Rocceria di Gran Dubbione (Pinasca)
Gisella Bein e Luca Zanetti
Afrodita e le ricette immorali
testi da “Afrodita” di Isabelle Allende e “Le ricette immorali” di Manuel Vasquez Montalban pubblicati da Feltrinelli Editore
regia di Renzo Sicco
Uno spettacolo in cui cibo ed erotismo escono dalle pagine di Isabelle Allende e Manuel Vasquez Montalban per incontrare voce e musica: che i sensi si dilatano, gli ingredienti si rimescolano. Gisella Bein dà corpo a una voce di donna e si lascia accompagnare da una fisarmonica accogliente, sapientemente modulata da Luca Zanetti. Il tutto accompagnato dagli aromi e dai sapori di una cena piemontese.
Ingresso unico inclusivo di buffet, antipasti e dolci € 12,00 (pren. obbligatoria tel. 0121 809242)
Info sullo spettacolo tel. 011/3042808

Kilowatt Festival – Valtiberina Toscana

20 Luglio 2007 11:43

IL TEATRO D’ INNOVAZIONE E IL PUBBLICO CHE LAVORA
In Valtiberina Toscana l’edizione 2007 del festival Kilowatt

Dal 24 al 29 luglio la quinta edizione del festival Kilowatt con giovani compagnie della sperimentazione italiana, tutte accomunate dall’idea che il teatro d’innovazione possa allargare la su cerchia di spettatori e farsi evento popolare.

Si chiamano “I Visionari” la maggiore novità dell’edizione 2007 del festival Kilowatt (Comuni di Sansepolcro, Anghiari, Sestino, Pieve Santo Stefano, Caprese Michelangelo, Badia Tedalda, Monterchi, dal 24 al 29 luglio prossimi). Si tratta di un gruppo di spettatori che ha lavorato durante tutto l’inverno e la primavera per visionare, una ad una, le 102 proposte di giovani gruppi professionali italiani di teatro e danza che hanno risposto al bando di partecipazione dell’edizione 2007. Ogni gruppo ha mandato un dvd con 20 minuti di una propria recente produzione e “I Visionari” li hanno visti e commentati tutti per arrivare a scegliere una parte del cartellone del festival.
Ora, quegli spettacoli, saranno visti e commentati da un gruppo di esperti di fama nazionale, chiamati “I Fiancheggiatori”, di cui fanno parte critici, artisti, operatori e direttori dei più importanti festival italiani (Sant’Arcangelo, Castiglioncello, e altri). Non si tratta né di un’originale modalità di selezione, né dell’ennesimo premio al giovane teatro italiano: la nostra vuole essere un’indicazione di lavoro per tutti quegli artisti che si sono stancati del teatro come nicchia, per tutti quegli operatori che parlano del loro pubblico e poi non lo conoscono, per tutti quegli spettatori che sono vivi e credono che il teatro sia un’occasione per dare spinte al cuore e ossigeno al cervello.
Con 5 giorni di spettacoli, 7 Comuni coinvolti, 8 compagnie ospitate, 9 palchi in attività e 16 repliche, Kilowatt diventa un festival in grado di monitorare il nuovo che si muove nella scena italiana. In cartellone, i napoletani di Liberascena Ensemble (Taniko la favola della grande legge), vincitori del “Premio Scenario Infanzie” con una favola giapponese adatta per i ragazzi e gli adulti: uno spettacolo d’interazione in cui gli spettatori vengono chiamati a prendere posizione sulle vicende dei personaggi. Previsti, inoltre, il debutto del nuovo lavoro dei padroni di casa di Capotrave (I Supermaschi) con una farsa sul machismo di oggi che ha come riferimenti il mito seicentesco di Don Giovanni e un dissacrante romanzo del 1902 del grande Alfred Jarry, e la presenza di Accademia degli Artefatti col nuovo Una quercia dove un ipnotizzatore fa salire sul palco un attore che non sa nulla dello spettacolo che andrà a recitare e viene guidato tramite auricolare. Nella “Selezione Visionari 2007” Kilowatt ospita Zachès Teatro (Firenze), Malebolge (Roma), Claudia Galiazzo (Padova), Primaquinta (Bari), Muta Imago (Roma), con lavori che spaziano dal racconto di impegno civile sulla mafia, al teatro d’attore con riferimenti alla clownerie, alla pantomima con echi da comiche del cinema muto, al teatro d’immagine, alla più ardita sperimentazione sul movimento della danza.
www.kilowattfestival.it è il sito della manifestazione dov’ è possibile avere ulteriori informazioni sugli spettacoli, i luoghi e gli orari. Per informazioni è attivo il numero 335.1027746.
Il costo d’ ingresso è di due euro, per garantire a un vasto pubblico la possibilità di fruizione di un evento che vuole lavorare sull’intersezione tra teatro d’innovazione e teatro popolare.

                                                                                                      

Marvellous Sound Project – Vicenza

13 Luglio 2007 11:42

Marvellous Sound Project
Primo festival di Suono e Pace a Villa di Montruglio


Mossano – Vicenza
13-15 luglio 2007

PROGRAMMA :

Venerdì 13 luglio

19.00    Inaugurazione e presentazione del Festival MSP – Marvellous Sound Project (su invito)
20.30    “La Lingua di Orfeo”
Franca Grimaldi, voce recitante
Libera Cantoria Pisani
Direttore Filippo Furlan
Testi e direzione scenica a cura di Livio Pacella
Musiche di J. Alain, C. Debussy, G. Kurtag, M. Monk, Radiohead, D. Shostakovich
21.30     Rinfresco

Sabato 14 luglio
10.00     “Il flauto di Pan, un antichissimo strumento musicale utilizzato dagli Etruschi e dai Romani”
Laboratorio per bambini delle Scuole materne e ragazzi delle Scuole medie, per imparare a costruire e a suonare uno strumento tra i più affascinanti.
A cura de “Il Centro del Suono”.  
In contemporanea:
10.00    “La Natura della Musica. Cosa, come e perché ascoltiamo. Introduzione all’impiego dei suoni e del silenzio”
Performance didattica a cura de “Il Centro del Suono”, eseguita da Walter Maioli, specialista in paleorganologia (origine degli strumenti musicali), in musica e archeologia sperimentale, compositore, flautista, pluristrumentista
11.30     “La Carta della Terra e l’importanza della diffusione dei suoi principi, in particolare fra i giovani”
Incontro con Marita Bombardieri, responsabile nazionale della Divisione Educatori dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai.
Seguirà il dibattito
15.00     “Musica delle stelle e musica del cervello”
Incontro con Fiorella Terenzi, astrofisica, scrittrice e musicista, la prima scienziata a convertire in suono le onde radio provenienti dalle galassie.
E con: Diego Minciacchi, neurologo, professore all’Università di Firenze e compositore, ha messo in musica i sistemi di relazione e di funzionamento cerebrale desunti dalle sue ricerche
Nel corso dell’incontro si potranno ascoltare i suoni registrati dai due ricercatori
16.30     “Concerto per flauto iperbasso”
Con questo particolare strumento sperimentale, i suoni elaborati in musica dal Prof. Minciacchi verranno eseguiti dal grande flautista Roberto Fabbriciani.
17.30     “Corpi sonori”
Florio Pozza, didgeridoo
Luca Nardon e Peter Neri, percussioni
con i corpi sonori in pietra di Marco Peotta.
18.30    “Versi che risuonano/Versi silenti”
Giulia Anania, poetessa e cantautrice romana, leggerà le sue poesie accompagnata dal chitarrista Max Trani e da Antonio Pellegrino, attore sordo, che interpreterà i suoi testi. Anna Maria Farabbi, perugina, reciterà alcune poesie e narrerà del proprio viaggio alla ricerca della “voce interiore”. Il suo intervento verrà tradotto da Stefania Berti, traduttrice in LIS/it, la lingua ufficialmente riconosciuta dei sordomuti. Queste prime due artiste sono presentate da “Pagine”, prestigioso trimestrale internazionale di poesia. Rosario Liotta, poeta sordo, interpreterà una sua poesia, tradotta in voce da Karine Goust, traduttrice in LIS/it. Evento in collaborazione con la Sede di Vicenza dell’Ente Nazionale Sordi, la Cooperativa Sociale Elfo e La compagnia teatrale Il David di Firenze
22.00     “Sainkho Namtchylak in concerto”
Originaria della Siberia meridionale, Sainkho è una delle cantanti più autorevoli di canto gutturale difonico della Mongolia e di Tuva

Domenica 15 luglio

10.00     “Il flauto di Pan, un antichissimo strumento musicale utilizzato dagli Etruschi e dai Romani”
Laboratorio per bambini delle Scuole materne e ragazzi delle Scuole medie, per imparare a costruire e a suonare uno strumento tra i più affascinanti.
A cura de “Il Centro del Suono”
In contemporanea:
10.00     “La Natura della Musica. Cosa, come e perché ascoltiamo. Introduzione all’impiego dei suoni e del silenzio”
Performance didattica a cura de “Il Centro del Suono”, eseguita da Walter Maioli, specialista in paleorganologia (origine degli strumenti musicali), in musica e archeologia sperimentale, compositore, flautista, pluristrumentista. Questo evento si svolgerà nella Grotta di San Bernardino, a Mossano, ed è organizzato in collaborazione con la Pro Loco di Mossano
In contemporanea:
10.00     “Espressioni sonore dal pianeta cetacei”
Incontro con Barbara Mussi, ricercatrice Delphis, dal 1991 conduce uno studio sui cetacei nelle acque dell’isola d’Ischia, e con Marco Battaglia, ricercatore ENEA, impegnato in studi e realizzazioni di sistemi d’intelligenza sintetica
11.30     “Insegnare la pace”
Incontro con Enza Pellecchia, docente di Diritto privato e Direttrice dello Sportello dei diritti umani del Centro Interdipartimentale di Scienze per la Pace dell’Università di Pisa.
E con: Tommaso Luzzati, docente di Economia ambientale all’Università di Pisa.
Seguirà il dibattito
15.00      “La metamorfosi musicale”
Musiche di D. Ellington, G. Gershwin, J. Kern, C. Porter
Michela La Fauci, arpa
Stefano Guazzo, sax
16.00    “Omaggio a Giacinto Scelsi”
Musiche e poesie di G. Scelsi
Sabina Meyer, soprano
Libera Cantoria Pisani, coro
…, voce recitante
Con la partecipazione della musicologa Alessandra Carlotta Pellegrini
In collaborazione con la Fondazione Isabella Scelsi.
17.30     “Freedom is a voice”
Concerto di Albert Hera, docente di canto, compositore di musica sperimentale, ideatore del portale sulla voce “Voiceart” dedicato al canto armonico e all’uso generale della voce
19.00     “Innocenza dell’intenzione e innocenza della musica”
Incontro con Giuliana Martirani, docente di Geografia Politica all’Università Federico II di Napoli. Allieva di Johan Galtung, è esperta in gestione di conflitti.
E con: Massimo Donà, docente di Filosofia Teoretica all’Università “Vita-Salute” del San Raffaele di Milano, e musicista. L’ultima delle sue pubblicazioni è “Filosofia della musica” (Bompiani, 2006)
Seguirà il dibattito
22.00     Nynke Laverman in concerto
Per la prima volta in Italia, la giovane cantante olandese che canta in frisone. E’ al suo secondo disco, “De Maisfrou” (La donna del mais), scritto insieme alla poetessa Albertina Soepboer e ispirato alla cultura e alle tradizioni dell’America Centrale. 

CondivertimentoCerto – Pergine

28 Giugno 2007 3:50

ANTEPRIMA della NOTTE BIANCA a PERGINE con il DUO BALDO
“CondivertimentoCerto”

Venerdì 29 giugno alle ore 21.15 in piazza Municipio a Pergine, si potrà avere un assaggio di quella che sarà la NOTTE BIANCA  organizzata a Pergine dal festival PSA. Sul palcoscenico il Duo Baldo, che proporrà al pubblico lo spettacolo “CONdivertimentoCERTO”.
 

L’idea dello spettacolo/concerto è nata quando Brad Repp, violinista americano di grande talento e Aldo Gentileschi, dotato pianista e attore pratese, hanno provato ad immaginare quello che può accadere se un musicista “serio” trovandosi a suonare con un altro musicista per il quale fare musica è anche un gioco. Ricordiamo che in molte lingue come il francese, l’inglese e il tedesco, si usa un unico termine per indicare sia il suonare sia il giocare, solo in Italiano i termini sono distinti. Quali relazioni si verrebbero a formare tra i due dunque? Come reagirebbero l’uno a contatto con l’altro? Dalle risposte a queste domande è scaturito uno spettacolo che propone un modo diverso di accostarsi al mondo della musica classica, un mondo troppo spesso serioso e poco divertente. Scherzi, tic, provocazioni musicali diventano il tessuto dello spettacolo nel quale la musica si coniuga con il divertimento. Brad, nel gioco dei ruoli, interpreta il musicista serio e preparato. Aldo decide di essere un personaggio a tutto tondo, libero di creare e variare a seconda del momento, dell’emozione, di quello che attira la sua attenzione. Così lo spettacolo risponde a una partitura di sinfonia, nella quale, naturalmente, tra tutti i movimenti prevale … l’allegro.
 
Appuntamento dunque domenica 29 giugno alle ore 21.15 in Piazza Municipio a Pergine

INFO: www.perginepsa.it 0461.530179                                                          
INGRESSO GRATUITO 

Lo spettacolo è nato in collaborazione tra l’Assessorato al Turismo del Comune di Pergine e Pergine Spettacolo Aperto.

Vivendo le Antiche Contrade – Trieste

13 Giugno 2007 8:46

Associazione Tredici Casade
presenta

Trieste sulle Tracce della Storia
Vivendo le Antiche Contrade
Sabato 9, 16 e 23 giugno 2007

Un esclusivo spettacolo itinerante ricco di eventi e cena medioevale

L’Associazione Tredici Casade con la collaborazione del Comune di Trieste – Assessorato al Coordinamento Eventi e il patrocinio della Provincia di Trieste e dello Skål International Friuli Venezia Giulia presenta Vivendo le Antiche Contrade, un esclusivo spettacolo itinerante ricco di eventi e cena medioevale in programma ogni sabato fino al 23 giugno 2007.
Una spettacolare immersione nella storia e nell’immaginario medioevale aperta al pubblico con un cast eccezionale di oltre settanta artisti in costume d’epoca: circa cinque ore ricche di intense emozioni, cultura e divertimento attraverso gli angusti confini della storia e l’ampia liberalità delle tradizioni e leggende tergestine con inizio alle ore 19.00  dalla Piazzetta San Silvestro di Trieste.
Dovendo percorrere un acciottolato antico si raccomanda un abbigliamento sportivo. In caso di maltempo, gli spettacoli si svolgeranno al chiuso. Solo per la cena e la visita ai sotterranei la prenotazione è obbligatoria.

Info e prenotazioni:  
Associazione Tredici Casade
Tel. +39/040/9896112   –   Cell. +39/333/3848001
13casade@gmail.com   –  www.13casade.com

Zitto sa.. O non ti televoto

21 Maggio 2007 9:04

Zitto sa.. O non ti televoto

Firenze – 4 giugno ore 21
Teatro Puccini Via delle Cascine, 41
tel. 055 331666

Uno spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Andrea Dianetti, finalista di Amici 5 .
Dopo il successo ottenuto a Livorno lo scorso Novembre e a Roma il 6 maggio scorso, torna in scena Zitto sa …O non ti televoto, lo show del talentuoso artista, che per oltre due ore incanta il pubblico con la sua verve.
Un susseguirsi di monologhi esilaranti e di momenti di pura poesia, di canzoni e di coreografie curatissime, eseguite dal corpo di ballo di Solo Arte.

Uno spettacolo adatto ad un pubblico di tutte le età.

Prezzi: 18 euro primo settore (poltronissime-file 1-6)
15 euro secondo settore
11 euro terzo settore e galleria.

Per informazioni contattare:
E.mail: info@andreadianetti.it
Tel: 347.3440888